Prima Pagina

 

LA SFIDA DELL’EUROPA ALL’ITALIA

Le conclusioni cui è pervenuto il recente vertice europeo rilanciano la Comunità come grande soggetto economico, politico e sociale in grado di competere -al massimo livello- con Usa, Cina, Russia e gli altri Paesi emergenti. L’importanza delle cifre in ballo dimostra che Bruxelles non si rassegna ad una parte da comprimario, ma avanza e difende i suoi diritti e interessi con strumenti e interventi di altissimo significato e di forte impatto sugli equilibri internazionali. E’ una sfida che non si era mai lanciata prima d’ora e di cui la Merkel, vecchio strumento di una vecchia politica, si è fatta paladino, dimostrando di quale pasta fossero fatti gli statisti del tempo che fu.
La sfida di cui parliamo ha, nel suo seno, una particolare sfida che riguarda direttamente l’Italia. Ecco i soldi, tanti soldi - sembra dire l’Europa - adesso vediamo se sapete spenderli, se sapete definire e attuare il vasto sistema di riforme che avete annunziato (giustizia, scuola, modernizzazione degli apparati pubblici,  burocrazia digitale, soltanto per citarne alcune).

[Il TESTO COMPLETO di questa sezione, di cui si riporta solo una sintesi, è pubblicato nel Notiziario Settimanale inviato in abbonamento]


 

Economia e Politica


Disastro Italia
Disastro Italia. Il Governo peggiore che l’Italia abbia avuto rimane in piedi malgrado le inefficienze scuola, interno, giustizia.

Questo Governo sta massacrando gli italiani
Questo Governo sta massacrando gli italiani e distruggendo l’Italia. Rimane in piedi malgrado il caos totale nella scuola, l’invasione selvaggia di africani e asiatici anche se affetti da virus, dramma giustizia tra inefficienze e sentenze sociologiche. Pressione fiscale feroce, mentre chiudono tutti i giorni imprese ed esercizi commerciali.

Le inefficienze governative
Perché questo Governo delle sinistre con le sue inefficienze, le sue strane regole, i suoi comportamenti non può essere preso in considerazione dai paesi europei. Tiene le porte aperte a chiunque arriva da qualsiasi parte del mondo, senza nemmeno considerare chi è, non importa se affetto da virus.

Gli italiani sognano un Governo come quello dell’Australia
Gli italiani sognano un Governo come quello dell’Australia, che addirittura manda le navi da guerra per bloccare l’arrivo di imbarcazioni. Poi chiunque entra “legalmente” in Australia deve rispettarne le leggi, i regolamenti, le usanze, altrimenti via.

Il grande difetto dell’Italia
Purtroppo il Capo dello Stato non viene eletto direttamente dal popolo, come avviene in tutti i paesi democratici. Questo il grande difetto dell’Italia.


Entrano in Italia anche se affetti da virus
Ma che bravi governanti fanno entrare in Italia migliaia di africani ed asiatici, anche affetti dal Virus.

Processano Salvini
In nome del popolo italiano processano Salvini che ostacolava l’ingresso dei clandestini e  non chi non pone ostacoli e quindi favorisce l’ingresso di clandestini.

Le esortazioni del Ministro dell’interno
Il Ministro dell’Interno esorta i giovani a mettere le mascherine. Ma i giovani chiederanno al Ministro di bloccare l’ingresso di africani ed asiatici, che arrivano a migliaia, e molti si loro sono affetti da virus.

Una bella accoppiata
Una bella accoppiata cinque stelle e Pd, stanno bene insieme lo dimostra quanto si è verificato in Senato, non volevano fare parlare Salvini con le interruzioni e le urla. Decisamente sono molto “democratici”. Non si vergognano nemmeno per la chiassosa e volgare piazzata.

Altre navi crociera per migranti
Si parla di altre navi crociere per ospitare i migranti, una follia. Costo miliardi di euro. La nomina  dell’attuale ministro è stata fatta per contrastare Salvini e quindi rendere l’Italia accessibile a tutti.


Arrivano anche tunisini e algerini
Una moltitudine di tunisini e algerini, statura da giganti, ben nutriti, con potenti telefonini al collo, berretto e scarpe da tennis sbarcano in Sicilia e Sardegna.

Italia allo sbando
L’Italia è allo sbando. Si prospetta un autunno terrificante.
Occorre un Governo con Ministri di alto livello e un programma coraggioso, creativo. Si vada al voto a Settembre.

Continuano i valzer dei parlamentari
Continuano i valzer dei parlamentari, che passano da uno schieramento all’altro. Purtuttavia si mantiene in piedi un Parlamento che non rispecchia più la volontà popolare.

[Il TESTO COMPLETO di questa sezione, di cui si riporta solo una sintesi, è pubblicato nel Notiziario Settimanale inviato in abbonamento]